"Dai Ricordi"
Una Traversata Scialpinistica impegnativa,richiede esperienza ma di grande soddisfazione.

Ebbene sì, sognarla è stata un ottima scelta, così molto impegnativa ma indimenticabile! #houteroutedellagorai pronta per voi!
1 giorno di avvicinamento:
Salita a Cima Litegosa 2548 e super discesa su nevi trasformate in Vanoi al Lago Nero, fino a quota 1200 passando per Malga Copolà bassa raggiungendo la casa forestale di Socede per la notte. Ottima e confortevole, dove recuperare qualche ora di palestra preparando la legna per la notte.
2 giorno salita alla Cima:
La meta per eccellenza del gruppo montuoso, di straordinaria bellezza, #cimadasta. Dalla casa forestale a 1500, si percorrono gli impegnativi valloni che portano a Passo Socede a quota 2518. Da qui s'intravedono le pareti granitiche a picco sul lago e l'insolito Rifugio Brentari; Bisognerà dirigersi verso l'evidente canale dei Bassanesi per raggiungere la cresta finale che porta alla croce di vetta a ben 2847 m. La discesa nella prima parte è molto ripida e sciabile a seconda delle condizioni, noi abbiamo scelto di scendere in sicurezza e raggiungere la forcella Forzeleta a piedi, per poi calzare gli sci passando per il #rifugiobrentari e tornare al #passosocede con breve risalita. Sciare sulla via del ritorno, sulle nevi scaldate dal sole del pomeriggio fin giù alla casa forestale di Socede, è stato una bella soddisfazione e la birra non è mancata
3 giorno: il rientro a casa:
Oggi si parte con calma percorrendo la strada per Malga #valcion a 1973 m., un posto che lascia davvero a bocca aperta e varrebbe la pena fermarsi per godere del tramonto ma nelle condizioni in cui desta ci fa desistere e proseguire sulla via del ritorno, raggiungendo la #cimalagorai 2558 m., dove ci aspetta una interminabile e selvaggia discesa verso il #lagolagorai e per la strada finalmente alla macchina alla luce delle frontali. Il percorso si sviluppa su tutte le esposizioni e questo esige ottime conoscenze ed esperienza per valutare lo stato della neve, la sua stabilità unità ad una buona osservazione del terreno che si va ad affrontare. Con qualche variante si può rendere meno impegnativa la traversata rimando pur sempre di alto livello.
Buona Montagna!